PRENOTAZIONI TOUR (+39) 329 7208181 tour@romaguidetour.it

Storie di Roma

Il blog di Fabio Salemme su RomaGuideTour.it

I migliori posti da scoprire a Roma per Pasqua

luoghi di roma, storia di roma

CONDIVIDI E STAMPA

CONDIVIDI E STAMPA

Siete indecisi su cosa fare a Pasqua a Roma? Cercate qualcosa di particolare e fuori dal comune? Roma si sa, durante il periodo pasquale è invasa di turisti che spesso si recano al Vaticano e in altri luoghi di culto, oppure a visitare i monumenti più importanti come il Colosseo. Oggi vi proporrò qualche idea per passare un weekend pasquale indimenticabile a Roma, e parleremo di posti insoliti e poco conosciuti ma anche di eventi unici che accadono una volta l’anno.

Uno di questi eventi unici è sicuramente il natale di Roma, che quest’anno coincide con il la domenica di Pasqua. Pochi sanno, ad esempio, che in questo giorno (21 Aprile fu il giorno della fondazione di Roma) al Pantheon è possibile vedere una fascia luminosa che si dirige e colpisce perfettamente la porta d’ingresso del Pantheon a mezzogiorno esatto, il faro di luce centrava, e centra ancora oggi, l’ingresso del tempio, per alcuni studiosi per indicare il punto dove fu sepolto Romolo ma per altri studiosi si tratterebbe di una vera a propria trovata scenografica.

Immaginate di essere l’imperatore di Roma magari proprio Adriano (che volle ricostruire il tempio dopo il terribile incendio del 80 d.c.) e di entrare nel Pantheon alle 12 in punto nel giorno del natale di Roma e di essere baciati dal sole come un vero e proprio riflettore, mentre tutto il Pantheon diventa un grande palcoscenico teatrale e solare del potere e della propaganda.

Un ipotesi molto affascinante ci dice che l’edificio predente distrutto dall’incendio avesse un funzionamento simile, e quindi il fenomeno dei raggi solari riguardasse anche il Pantheon di Augusto, voluto dal suo amico e genero Agrippa. Dobbiamo quindi immaginare una conformazione simile soprattutto nella tipologia della facciata.

Qualcuno potrebbe chiedersi perché tutta questa scenografia e “messa in scena”? La risposta sta proprio nel programma politico di Augusto, di cui ne abbiamo ampiamente trattato negli articoli della storia di Roma a fumetti, dove la figura dell’imperatore si immedesima a quella del fondatore della città, Romolo, nel segno della pace e della prosperità dell’impero. Si trattava quindi di uno show ben congegnato, su progetto del primo imperatore di Roma, e che si manifestava in un solo giorno dell’anno e non in una data qualsiasi, perché come abbiamo già visto nelle imprese Romane ed in particolar modo in quelle architettoniche e urbanistiche della Roma antica nulla è lasciato al caso.

Siete interessati ad un posto più tranquillo e meno caotico? Allora vi propongo 3 posti veramente suggestivi.
Il primo è situato fuori Roma; sto parlando di Monterano, un paese situato ad ovest del Lago di Bracciano e a 2 km dal Canale Monterano. Guardando le foto di Monterano avrete sicuramente il sentore di averlo già visto ma non sapete dove; non sbagliate, perché questo paese è stato protagonista di diversi film tra i quali Ben-Hur, Brancaleone alle Crociate, Guardie e Ladri e Il marchese del Grillo, nonché meta di molti artisti tra cui Bernini.

Gli altri due posti che vi propongo sono due quartieri che possono soddisfare la vostra ricerca di pace e tranquillità passeggiando in un tipico quartiere inglese, meglio conosciuto come la “Piccola Londra”, che si trova nel quartiere Flaminio in corrispondenza del civico 287. La Piccola Londra è Una stradina fatta di edifici liberty (come nel quartiere Coppedè), caratterizzato da palazzi bassi e colorati, cancelli, giardinetti e scale in pietra, lontana dal traffico e dal caos cittadino e raggiungibile solo a piedi. Il quartiere non è molto distante all’Auditorium Parco della Musica ed è ben collegato con Ponte Milvio, il parco di Villa Borghese e il Foro Italico.

L’ultimo suggerimento di luoghi da visitare a Roma per sfuggire al caos di Pasqua in centro il quartiere di Tor Marancia con la sua collezione impressionante di street art. Tor Marancia è vicino allo storico quartiere romano della Garbatella, esattamente a metà tra l’Appia antica e il quartiere Eur. Questo quartiere è diventato il simbolo della Street Art e di un grande progetto chiamato Big City Life. Il progetto prevedeva che venti artisti, provenienti da diversi paesi, incontrassero gli abitanti delle case popolari del lotto 1 del quartiere per poi realizzare venti murales sulle facciate delle undici palazzine del comprensorio di via di Tor Marancia 63, rivalutando la zona che una volta era fatiscente e nasceva sopra terreni paludosi, dove immigrati e sgomberati iniziarono a costruire casette di legno e muratura, e dove tutte le “case” erano accomunate dai pavimenti in terra battuta e dalla mancanza di servizi igienici.

Queste sono passeggiate ed esperienze che potete fare anche da soli durante la vostra visita a Roma per Pasqua (e non solo), ma se foste interessati a scoprire altri magnifici luoghi e monumenti della capitale, scoprendone la storia e tutti gli aneddoti correlati, date un’occhiata a tutte le mie proposte di tour e visite guidate a Roma e provincia.

CONDIVIDI E STAMPA

CONDIVIDI E STAMPA