PRENOTAZIONI TOUR (+39) 329 7208181 tour@romaguidetour.it

Storie di Roma

Il blog di Fabio Salemme su RomaGuideTour.it

Massenzio e la sua Villa sull’Appia Antica

luoghi di roma, personaggi di roma, storia di roma

CONDIVIDI E STAMPA

CONDIVIDI E STAMPA

La passeggiata lungo la via Appia antica è piuttosto lunga e comprende diversi percorsi. Si passa infatti dalla Roma cimiteriale dell’extra moenia alle chiese medievali, dagli ipogei alle ville di campagna. Tra tutto questo patrimonio storico-artistico, dopo aver parlato in altri post della storia dell’Appia Antica, oggi parleremo della Villa di Massenzio e delle sue strutture annesse.

I resti della Villa di Massenzio si configurano come l’ultimo atto della trasformazione di una originaria villa rustica repubblicana (II secolo a.C.) che fu costruita in posizione scenografica sul declivio di una collina rivolta verso i Colli Albani. Nel II secolo sappiamo che la villa subì una radicale trasformazione ad opera di Erode Attico, che la inglobò nel suo Pago Triopio.

Ma chi era Massenzio? Massenzio è stato un imperatore romano, eletto nel 306 d.C., che si alleò con Costantino per consolidare meglio il suo potere. Ma il suo declino iniziò poco tempo dopo, quando Costantino si alleò successivamente con Lucio Domizio Alessandro e poi con il suo stesso padre Massimiano, costringendolo a venire alle armi nella celebre battaglia di Ponte Milvio, il 28 ottobre 312, data che segna la sconfitta di Massenzio contro Costantino e la morte dello stesso Massenzio che, secondo la leggenda, morì annegato nel Tevere. Questa data segna anche l’abbandono dell’impianto equestre voluto da Massenzio, addirittura si pensa che l’ippodromo non sia stato neppure mai usato. Il fondo successivamente passò al Patrimonium Appiae verso la fine del IV sec nel, cioè tra i patrimoni ecclesiastici.

La residenza di Massenzio comprendeva un magnifico palazzo, il mausoleo di suo figlio Valerio Romolo e un enorme circo “privato” per le corse dei cavalli. Il circo costruito in laterizio era lungo 465 m e largo 71 m, ma nonostante le dimensioni colossali, la capienza era di solo 10.000 persone. Una capienza abbastanza limitata che si spiega probabilmente perché l’impianto era destinato ad ospitare la “sola” corte imperiale e gli amici dell’imperatore, nulla in confronto al Circo Massimo che come capienza poteva ospitare fino a 150.000 spettatori.

Volete esplorare la Villa e il Circo di Massenzio e scoprire i segreti dell’Appia Antica con tutte le storie e gli aneddoti che la storia ci ha tramandato? Seguitemi nel mio tour sull’Appia Antica o in uno dei miei altri tour e visite guidate a Roma e dintorni.

CONDIVIDI E STAMPA

CONDIVIDI E STAMPA