PRENOTAZIONI TOUR (+39) 329 7208181 tour@romaguidetour.it

Storie di Roma

Il blog di Fabio Salemme su RomaGuideTour.it

Tour Teatralizzato Serale: Passioni Imperiali nella Roma Antica

luoghi di roma, personaggi di roma, storia di roma

CONDIVIDI E STAMPA

Dopo il successo del nostro recente tour teatralizzato di Albano Laziale, la prossima settimana prende il via l’iniziativa estiva dei tour teatralizzati serali che Roma Guide Tour propone per l’Estate Romana 2019. Il primo dei tour proposti, dal titolo Passioni Imperiali, esplorerà l’area archeologica principale della capitale, mettendo in risalto e presentando, attraverso le teatralizzazioni dell’attrice e regista teatrale Michela Barone, alcune figure storiche femminili che hanno segnato la storia di Roma.

PUNTO D’INCONTRO: Piazza del Campidoglio, sotto la statua di Marco Aurelio.

Il tour partirà alle ore 20.30 dal Campidoglio, uno dei sette colli della città di Roma e sede dei templi dedicati alla triade capitolina composta da Giove, Giunone e Minerva. Oggi la piazza è caratterizzata dal progetto di Michelangelo, un progetto architettonico di cui l’Italia va così orgogliosa da averlo anche riportato come disegno delle monete da 50 centesimi attualmente in circolazione.

In Campidoglio assisteremo alla prima performance teatrale che introduce il primo personaggio del nostro tour, Tarpeia, la vestale che tradì Romolo aprendo le porte di Roma all’attacco dei Sabini. Tarpeia era una vergine vestale, figlia del guardiano della rocca del Campidoglio, Spurio Tarpeio. I fatti sono ambientati ai tempi in cui i Sabini assediavano Roma, dopo il famoso “ratto” ad opera dei Romani.

Dopo un lungo e inutile assedio i Sabini compresero che sarebbe stato impossibile prendere la città con la forza, e architettarono un tranello, venendo in contatto con la vestale che ingolosita dalle armille (preziosi bracciali) che i Sabini portavano al braccio sinistro, decise di tradire la città facendo un accordo con il Re dei Sabini, Tito Tazio, accettando di aprire di nascosto agli invasori le porte della città, in cambio dei preziosi monili.

Una volta conquistato il Campidoglio grazie al tradimento di Tarpeia, i Sabini non mantennero la parola data alla vestale, o forse lo furono fin troppo, infatti tolte le armille dai loro avambracci le gettarono sulla ragazza insieme anche ai loro scudi di bronzo, schiacciandola sotto l’enorme peso. Tarpeia non morì in quell’episodio, ma fu catturata dai romani che scoprirono il suo tradimento e decisero di punirla gettandola dalla rupe del Campidoglio, che da quel giorno prese il suo nome(Rupe Tarpeia). Stessa sorte toccò anche al padre di Tarpeia, Spurio, accusato anch’esso di tradimento.

Il tour prosegue lungo via San Pietro in Carcere con il suo suggestivo affaccio sul Foro Romano, fino ad arrivare alla base del Vittoriano, monumento dell’unità nazionale ma anche tomba del milite ignoto in onore di tutti i soldati morti senza nome durante la prima guerra mondiale. Arrivati in corrispondenza del Vittoriano si potranno ammirare anche altre famose attrattive della capitale come Palazzo Venezia e il Foro di Traiano, e le diverse strade che convergono sulla piazza, Via del Corso e Via dei Fori Imperiali.

Il nostro tour proseguirà percorrendo Via dei Fori Imperiali, dove assisteremo al secondo intervento teatrale con la ricostruzione storica del personaggio della dea Venere che parla del suo figlio prediletto Giulio Cesare che gli dedicò il tempio nel suo foro. Rivivremo il periodo d’oro dell’età imperiale ammirando le rovine dei Fori di Traiano con la monumentale colonna istoriata, e il Foro di Cesare che fu il primo di nuova serie di “piazze antiche” che caratterizzano i Fori Imperiali. All’epoca della sua creazione, la costruzione del Foro di Cesare arrivò a costare 1 milione di monete d’oro per congiungere l’area con il Foro Romano (il primo foro di Roma, costruito nel 7sec a.c.) e creare una vasta area che sarebbe diventata il centro della vita politica e sociale di Roma, centro di numerose attività, soprattutto commerciali. Nei pressi dei Fori scopriremo anche il personaggio di Messalina, la sensuale consorte dell’imperatore Claudio, famosa per la sua immoralità.

Valeria Messalina, fu consorte dell’imperatore Claudio, che aveva sposato quando aveva 14 anni per volere dell’imperatore Caligola. Quando quest’ultimo salì al trono, era una delle donne più desiderate di Roma per la sua bellezza, ma fu costretta a sposare un uomo più grande di lei di trent’anni, balbuziente e zoppo. Dopo la morte di Caligola, lei e suo marito furono eletti imperatori di Roma.

Messalina non amava la vita di corte, preferendo condurre un’esistenza trasgressiva e sregolata. Di lei gli storici dell’epoca raccontano storie molto squallide, come ad esempio che avesse avuto relazioni incestuose con i fratelli, e che si prostituisse nei bordelli di Roma sotto il falso nome di Licisca, che nel gergo significava “cagnetta” o “lupetta”. Considerata come la “prostituta imperiale” è stata descritta da molti come una donna impudica e ninfomane, con un desiderio sessuale smisurato. Secondo il racconto di Plinio il Vecchio, una volta sfidò la più celebre prostituta di Roma, e vinse riuscendo a portare a termine 25 rapporti sessuali in sole 24 ore.

Ciò che segnò la fine dell’esistenza trasgressiva di Messalina fu la sua relazione con Gaio Silio, il quale, per amore dell’imperatrice, arrivò a ripudiare la moglie Giulia Silana. Con Gaio Silio, uomo bello, affascinante e intelligente (secondo le fonti dell’epoca) Messalina parve trovare finalmente pace e abbandonare il suo stile di vita trasgressivo.

I due amanti arrivarono a celebrare un “matrimonio” durante una festa dionisiaca, ma nessuno aveva concesso a Messalina divorzio o la possibilità di scegliersi uno sposo, e al venire a conoscenza di quella notizia, per questioni di reputazione, l’imperatore Claudio condannò a morte entrambi gli amanti. Messalina fu uccisa per mano del marito per strangolamento. Aveva poco più di vent’anni e fu inoltre vittima della “damnatio memoriae”, cioè l’eliminazione del suo nome da tutti i documenti e monumenti, con la distruzione delle sue statue.

Il nostro giro si concluderà di fronte al Colosseo, luogo di spettacoli e combattimenti tra gladiatori, e in prossimità del Tempio di Venere e Roma, dove assisteremo all’ultimo intervento teatralizzato appunto con un personaggio molto popolare nell’antica Roma, la dea Roma, simbolo spirituale che incarnava l’essenza dell’Antica Roma.

Stando alla tradizione più antica, Roma era una delle prigioniere di guerra troiane segregate nella nave di Ulisse; quando le navi di Ulisse furono costrette da una tempesta a sbarcare sulle coste del Lazio, Roma e le altre prigioniere, stanche di seguire Ulisse nei suoi viaggi, decisero di incendiare le navi, costringendo Ulisse e i suoi uomini a stanziarsi nel Lazio, più precisamente sul colle Palatino. Qui venne fondata la città di Roma in onore della prigioniera che aveva costretto Ulisse e i suoi uomini a non partire per nuovi lidi, dando vita a una nuova civiltà. Secondo altre versioni, l’eroina Roma avrebbe origini “greche”, essendo una dei figli di Ulisse e della maga Circe.

Le prime immagini della dea risalgono al 269 a.C. con la rappresentazione della dea su varie monete romane. Sulle monete la dea era raffigurata come una donna in veste amazzonica, armata di spada, talvolta coronata di alloro, con vicino una Vittoria alata o altri simboli. Per questa ragione probabilmente i non romani iniziarono ad attribuire alla dea Roma poteri divini.

Durante l’Impero romano la dea Roma fu principalmente una dea provinciale, usata per inculcare agli abitanti delle province la lealtà allo stato romano. Il culto era comunque presente anche a Roma, dove Adriano fece costruire un tempio dedicato a Venere ed a Roma sulla via Sacra, accanto all’arco di Tito.

Il nostro tour teatralizzato serale, della durata di circa due ore, si concluderà verso le 22.30. Per tutti gli amanti di storia, cultura e teatro i tour teatralizzati di Roma Guide Tour sono occasioni imperdibili.

PRENOTAZIONI
Le tariffe sono abbordabili e “popolari”:
1 partecipante: 10 euro
coppia di partecipanti: 18 euro
bambini fino ai 10 anni: gratis
ragazzi tra i 10 e i 16 anni: 5 euro
gruppi: sconti per gruppi, contattatemi per dettagli

Per le prenotazioni basterà inviare un’email all’indirizzo info@romaguidetour.it. Per maggiori informazioni e prenotazioni, anche per gruppi numerosi (per i quali sono disponibili sconti di gruppo), vi invito a contattarmi direttamente. Se volete coinvolgere vostri amici, invitateli condividendo con loro l’evento Facebook appositamente creato per questo tour.

Se proprio non riuscite a partecipare ai tour teatralizzati estivi ricordatevi che sono sempre disponibile per tour personalizzati e di gruppo e visite guidate a Roma e in tutte le principali destinazioni della provincia di Roma.

CONDIVIDI E STAMPA