PRENOTAZIONI TOUR (+39) 329 7208181 tour@romaguidetour.it

Storie di Roma

Il blog di Fabio Salemme su RomaGuideTour.it

Alla Scoperta del Castello Odescalchi a Bracciano

luoghi di roma, personaggi di roma, storia di roma

CONDIVIDI E STAMPA

Il Castello Orsini – Odescalchi a Bracciano si trova poco fuori Roma a picco su uno dei più famosi laghi d’Italia. L’ingresso di questa dimora è semplicemente fantastico, basti vedere le numerose piante rampicanti che lo avvolgono in vari punti e il panorama a strapiombo sul lago di Bracciano.

Il castello di Bracciano fu costruito da Braccio da Montone (della famiglia Fortebracci) nel XV secolo e precisamente intorno al 1470 nelle vicinanze della vecchia rocca medioevale dei Prefetti di Vico, risalente al secolo precedente. La rocca si sviluppa intorno alle vecchie mura di cinta, delineando una forma pentagonale a 5 torri (una per ogni vertice).

Il castello nel corso degli anni passerà agli Orsini, dietro richiesta del papa Martino V (1418), e successivamente agli Odescalchi, che ne entrarono in possesso quando nel 1696 rilevarono la signoria di Bracciano. Essi tutt’ora vivono all’interno del castello occupando un’ala privata non accessibile ai turisti.

Il resto della rocca è visitabile e viene spesso usato per ricevimenti, eventi privati e culturali, ma anche per celebrare matrimoni di VIP come quello che ha visto protagonisti Eros Ramazzotti e Michelle Hunziker e, nel 2006, quello tra Katie Holmes e Tom Cruise che, tra le altre cose, cercò di acquistare l’intero castello. Curiosamente, la maggior parte di queste coppie non ha avuto poi un matrimonio felice e si sono tutte separate, generando la leggenda che il castello porti cattiva fortuna alle star che decidono di sposarsi qui.

Visitando i vari ambienti di questo maniero è possibile rivivere le sue varie fasi artistiche lasciate da grandi artisti: Francesco di Giorgio Martini che ne curò il progetto iniziale, oppure ammirare le prime decorazioni, che ci mostrano il ciclo della donna medievale e che ci illustrano la vita di corte del tardo Medioevo, o ancora l’affresco di Antoniazzo Romano che riproduce il trionfo di Gentil Virginio Orsini, segnando una delle pagine più importante dell’arte Quattrocentesca romana.

Passare nelle varie sale di rappresentanza di questo castello è un po’ come saltare da un’epoca all’altra, per ritrovarsi di colpo dall’arte tardo medievale all’arte rinascimentale di Giacomo Del Duca, allievo di Michelangelo, che nel cinquecento realizzerà una serie di interventi in occasione del sontuoso matrimonio tra Isabella De’ Medici e Paolo Giordano Orsini. In quella stessa circostanza i fratelli Taddeo e Federico Zuccari realizzeranno gli affreschi con l’oroscopo dedicato ai due sposi inserito in una splendida decorazione a grottesche su fondo oro.

Il castello Orsini Odescalchi non è soltanto famoso per gli artisti che hanno lasciato il loro segno ma anche per i personaggi che vi hanno soggiornato. Infatti nella stessa sala dove venne celebrato il matrimonio Tra Paolo Giordano Orsini e Isabella de Medici venne ospitato il Papa Sisto IV della Rovere quando nel 1481 fu costretto a fuggire dalla città di Roma a causa di una terribile epidemia di peste. Nel 1696 il castello ebbe dei nuovi proprietari, gli Odescalchi, antica famiglia di origine comasca, il cui prestigio si incrementò notevolmente quando uno dei suoi membri fu eletto al soglio pontificio con il nome di Innocenzo XI.

Insomma, in questo antico castello è possibile trovare un mosaico di stili e di storie che si alternano e si intrecciano nelle varie stanze e ambienti di rappresentanza, rendendolo un vero e proprio tesoro d’arte senza tempo.

Il castello degli Odescalchi di Bracciano è anche legato ad una sanguinosa leggenda – ma questa è una storia che vi racconterò presto in un altro articolo. Se nel frattempo siete interessati a pianificare una visita guidata al Castello di Bracciano o ad un’altra delle meraviglie che costellano i dintorni di Roma, contattatemi per prenotare il mio tour guidato ai Castelli Romani.

CONDIVIDI E STAMPA