PRENOTAZIONI TOUR (+39) 329 7208181 tour@romaguidetour.it

Storie di Roma

Il blog di Fabio Salemme su RomaGuideTour.it

Cosa si mangiava in un Banchetto dell’antica Roma

personaggi di roma, storia di roma

CONDIVIDI E STAMPA

CONDIVIDI E STAMPA

Abbiamo già accennato qualcosa della cucina romana delle locande e taberne di Ostia antica, oggi invece parleremo invece dei grandi banchetti organizzati dai Dominus, i personaggi più in vista nella società romana, e generalmente proprietari di grandi e sfarzose ville o palazzi.

Il classico banchetto dell’antica Roma di solito veniva organizzato alla fine della giornata lavorativa. Già a partire dalle 4 del pomeriggio tutti i negozi chiudevano e le strade si svuotavano, al punto che era sconsigliato di girare di notte per le strade di Roma. A questo proposito Cicerone diceva che “chiunque avesse lasciato casa di notte senza aver fatto testamento era da considerarsi uno sprovveduto“.

Il banchetto spesso si organizzava per stringere alleanze politiche in vista di elezioni o accordi familiari come matrimoni. Si mangiava su triclini (letti) utilizzando spesso le mani, che venivano lavate ripetutamente con acqua profumata. In un classico banchetto dell’antica Roma erano di solito previste 7 portate: 1 antipasto, 3 primi, 2 secondi e 1 dolce. Il banchetto aveva una durata media di 6 ore e si protraeva fino a notte fonda, con spettacoli di vario genere tra una portata e l’altra: comici, danzatori, poeti e giocolieri.

I piatti dei banchetti della Roma antica erano spesso scenografici perché dovevano stupire l’ospite. Apicio ci ha lasciato memoria alcune di queste ricette: mammelle di scrofa con ricci di mare, cinghiale farcito con tordi vivi, ghiri ingrassati e serviti ripieni di carne di maiale e noci, o lumache ingrassate nel latte salato e poi fritte, nell’antica Roma si mangiava carne di animali che oggi non si mangiano più come gabbiani, corvi, pavoni, e altri volatili, spesso serviti con le zampe ancora attaccate al corpo. Il tutto spesso condito con tante spezie e il famoso Garum (colatura di pesce), che servivano per coprire il sapore della carne che stava andando a male.

Interessati a scoprire altri aneddoti sulle vicende, i luoghi e i personaggi di Roma antica? Seguitemi nella mia visita guidata a Roma Antica e Archeologica, in quella all’area archeologica di Ostia Antica, nel tour si Roma Archeologica Sotterranea, o in un altro dei miei tour guidati a Roma e provincia.

CONDIVIDI E STAMPA

CONDIVIDI E STAMPA